Centro Studi Ricerche Sociali “Giuseppina Arnao”

Dal 2013

Il Centro Studi Ricerche Sociali “Giuseppina Arnao”, presiede il Consorzio Regionale di Associazioni “Un.I.Re. Unione in rete” soggetto giuridico che opera prevalentemente nell’ambito delle politiche per l’immigrazione, essendo i suoi consorziati, enti che gestiscono interventi, residenziali e non, relativi all’integrazione degli utenti stranieri nel tessuto sociale siciliano.

Dal 2006

Il Centro Studi è accreditato, alla I sezione del registro ministeriale delle strutture operanti nell’ambito delle politiche di immigrazione.

2017 (Aprile)

Anno 2017 in data 10 Aprile – Progetto multi-azione Fondo FAMI 2014-2020 – OS2 Integrazione/Migrazione legale – ON2 Integrazione – Piani d’intervento regionali per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi – Azione 01 – 02 – 03 – 04. In partenariato con la Regione Siciliana ed in ATS con l’Università degli Studi di Messina, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione), Autorità delegata.

 

2017 (Gennaio)

Progetto “Il Verde ed i giovani….in villa”: Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la gioventù. Intervento è mirato alla gestione autosostenibile ai fini della valorizzazione e della piena fruizione del bene di proprietà della Provincia Regionale di Palermo.

2017 (Gennaio)

Progetto “Accade …ai giovani”: Accademia Culturale di giovani – finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la gioventù. Intervento innovativo teso alla valorizzazione delle culture e delle tradizioni, del dialogo tra identità culturali e religiose.

2015 (30 giugno)

Supporto alla gestione del CARA “Casa Madonna dell’Accoglienza” di Palermo – in collaborazione con l’Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza “Opera Pia Cardinale Ernesto Ruffini”, finanziato dalla Prefettura di Palermo – Ministero dell’Interno.

2015 (20 aprile)

Supporto alla gestione del Centro di accoglienza emergenziale per stranieri – in collaborazione con l’Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza “Opera Pia Cardinale Ernesto Ruffini”, finanziato dalla Prefettura di Palermo – Ministero dell’Interno.

2014 (16 luglio)

Progetto “Family in the family”finanziato dal Ministero dell’Interno fondi FEI azione 4/2013. Il Centro Studi Arnao è il soggetto Capofila in ATS con L’OPCER Opera Pia Cardinale Ernesto Ruffini e la Cooperativa sociale Volere Volare.

2014 (7 gennaio)

Accordo di rete con la sede direzionale dell’OPCER S. Silvia con l’incarico di fornire i servizi di seguito elencati: assistenza tecnica alla progettazione sociale e gestione fondi, pianificazione strategica, della formazione continua e dell’orientamento scolastico e universitario.

2013 (19 settembre)

Progetto “Integrare per Includere” finanziato dall’UPI Unione Province Italiane. Soggetto Capofila: Unione Regionale Province Siciliane U.R.P.S. in ATS con le nove Province Siciliane. Il Centro Studi Arnao, all’interno del progetto, si occuperà della realizzazione delle attività sul territorio della Provincia di Palermo, della comunicazione e sensibilizzazione e del monitoraggio e della valutazione.

2012 (ottobre)

Progetto “I giovani e il lavoro: incomincio da me” finanziato dall’UPI Unione Province Italiane. Soggetto Capofila: Provincia di Torino in ATS con la Provincia di Alessandria, la Provincia di Caserta, la Provincia Regionale di Palermo, la Provincia di Vercelli, La Città di Giaveno, il Comune di Novi Ligure ed il Comune di Tortona. Il Centro Studi Arnao, all’interno del progetto, si occuperà della realizzazione della formazione rivolta agli operatori territoriali e ai giovani beneficiari del progetto e dell’attuazione della fase di utilizzo delle nuove tecnologie con i giovani.

2012 (22 ottobre)

Progetto “SPOT Salvaguardare e Promuovere il Territorio finanziato dall’UPI Unione Province Italiane. Soggetto Capofila: Provincia Regionale di Palermo in ATS con la Provincia Regionale di Messina, la Provincia Regionale di Siracusa, MCG SOC. COOP., Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le attività tecnologiche innovative per i beni e le attività culturali della Provincia di Siracusa “Archimede” e Associazione Culturale BIOS. Il Centro Studi Arnao, all’interno del progetto, si occuperà dell’attività relativa ai laboratori dell’area di Palermo e del monitoraggio e della valutazione.

2012 (1 ottobre)

Progetto “Talenti Integrati”finanziato dal Ministero dell’Interno fondi FEI azione 2/2011. Soggetto Capofila: Provincia Regionale di Palermo in ATS con Associazione Mainstreaming di Palermo, Associazione “I Fiori Blu di Sicilia”di Palermo, Associazione ” Erripa Achille Grandi” di Palermo, Associazione “Cooperazione Internazionale Sud Sud” di Palermo, Associazione ATOS di Palermo, I Sicaliani S.C.S., Nuova Generazione; Società Cooperativa Sociale “Cantiere delle Idee”. Il Centro Studi Arnao, all’interno del progetto, si occuperà del monitoraggio e della valutazione.

2012 (20 agosto)

Progetto “MOSAICO: dalla parte delle donne – percorsi di inserimento socio lavorativo di donne con disagio”finanziato dalla Regione Sicilia – Assessorato Famiglia – Avviso n.1/2011 per la realizzazione di progetti volti all’inclusione socio-lavorativa di soggetti in condizione di disagio ed esclusione sociale – Priorità C Programma Operativo – Obiettivo Convergenza 2007-2013 – Asse III Inclusione sociale – FSE. Il Centro Studi Arnao, all’interno del progetto, si occuperà dell’attività di ricerca, analisi del territorio, monitoraggio e valutazione.

2012 (31 maggio)

Realizzazione del “Sistema di sensibilizzazione e promozione” relativo al Progetto: “Percorsi di integrazione”finanziato dal fondi FEI azione 1/2010 “Azione di sistema a valenza regionale per l’erogazione di percorsi di Formazione linguistica ed educazione civica”  affidato dalla Provincia Regionale di Palermo.

2012 (20 febbraio)

Progetto: “Laboratorio per la creazione e manutenzione di reti istituzionali” finanziato dalla Provincia Regionale di Palermo per la gestione di rapporti e progettualità con il Terzo Settore.

2009 – Ministero dell’Interno

Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini di Paesi Terzi. – anno 2008 – Progetto “Catania: passaggi in immagine” in ATS con il Comune di Catania, l’Università degli Studi di Catania, le A.C.L.I., l’Istituto Catechistico Divina Provvidenza. Il Centro Studi Arnao, all’interno del progetto, gestisce l’azione 3 “Monitoraggio, verifica e valutazione”.

2008 – Fondazione Vodafone

Progetto “Verso l’altro” in ATS con la Caritas Diocesana – Eparchia di Piana degli Albanesi, l’Azienda Ospedaliera “V. Cervello” e l’U.E.P.E. di Palermo. Il Centro Studi Arnao, all’interno del progetto, gestisce il modulo “Formazione, Supervisione e Valutazione” costituito dai seguenti obiettivi specifici:

  • Migliorare la professionalità degli operatori del CPA creando o rinforzando competenze che sostengano la capacità di riconoscere le differenze e agire in contesti diversi per favorire il passaggio da una posizione etno-centrica a una etno-relativa e sostenendoli nella riflessione e nella valutazione dell’agire professionale in relazione ai casi ed alle attività che essi realizzano.
  • Valutare se il progetto sta procedendo nella direzione degli obiettivi prefissati e se, sulla base dei primi risultati, sia necessario apportare degli aggiustamenti alla metodologia di lavoro.
2008 – Ministero della solidarietà sociale

Direzione Generale dell’Immigrazione –  Area di intervento: Sostegno all’accesso all’alloggio – Progetto “Una casa lontano da casa” in ATS con l’Associazione Centro Astalli di Palermo. Le attività principali di questo progetto sono:

  • Indagine sulla situazione alloggiativa per i destinatari finali nel territorio di Palermo e provincia.
  • Analisi di benchmarking sulle buone prassi esistenti nel territorio nazionale
  • Azione sperimentale per il recupero di un locale da adibire a centro di accoglienza temporaneo per i destinatari finali
2008 – Programma Iniziativa Comunitaria

Linea comunitaria Equal – Progetto “Snodi – Sicilia: Nuove Opportunità Digitali” in ATS con il Comune di Palermo, Unione degli Assessorati, l’Associazione Zagara Onlus, la Fondazione Marisa Bellisario, l’Associazione Demetra Onlus, Next Project e la società Ideazione S.r.l. di Roma. Le attività principali di questo progetto sono:

  • Ricerca sul Digital Divide di genere;
  • Creazione di consultori tecnologici – centro di accesso alle TIC;
  • Piano Territoriale per l’Accesso Digitale – Animazione Territoriale;
  • Nuovi consultori di cura;
  • Creazione di una piattaforma ATHENA;
  • Empowerment e accompagnamento alle beneficiarie.
2007 – Provincia Regionale di Palermo

Direzione  Politiche Sociali per la realizzazione del progetto L’Agenzia multi-funzionale centro per la promozione dell’integrazione dei rifugiati e degli extracomunitari dal titolo Per una cultura dell’accoglienza in ATS con l’Associazione Centro Astalli di Palermo.

2005-2006 – Comune di Palermo

Settore Attività Sociali – Ministero del Welfare progetto annuale  Il Bambino in famiglia” in partenariato con la Soc. Coop. A r.l. “Archè” e l’Associazione A.F.I.Pre.S. Marco Saura (progetto sperimentale di promozione dell’art. 4 della legge 285/97 ed in attuazione dell’art. 2 della legge 149/01). Proposto dal Comune di Palermo e finanziato dal Ministero del Welfare. Realizzato dal Centro Studi Arnao in partenariato con l’associazione Afipres e con la Società Cooperativa a r. l. Archè. Progetto pilota e sperimentale a livello nazionale finalizzato alla promozione della deistituzionalizzazione dei minori. Nell’ambito del progetto il Centro Studi Arnao ha realizzato due cicli di formazione di durata annuale, rivolta agli enti pubblici e privati operanti nel settore infanzia e adolescenza, la formazione ha avuto per titolo “Conoscere tipicità e problematiche connesse alle fenomenologie dell’affido e della genitorialità”. A chiusura del progetto è stata, inoltre realizzata una formazione sulle politiche previste dal Piano Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza ed sulle attività rivolte ai minori, svolte dalla Regione Siciliana.

2005-2006-2007 – Comune di Palermo

Settore Attività Sociali – Regione Siciliana Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e delle Autonomie Locali  finanziamento APQ A Accordo di programma Quadro progetto “Centro Interculturale I colori del Mondo” progetto triennale (G.U.R.S. n.9 del 27 Febbraio 2004 con D.D.G. n.65  del 12/02/2004). Il Progetto ha durata triennale, prevede tre azioni a favore degli immigrati presenti nel territorio della Città di Palermo.

  • Attività di ricerca sociale – Individuazione di indicatori di empowerment comunitario relativi alla partecipazione e al coinvolgimento degli immigrati sia nelle attività della propria comunità che in quelle della comunità ospite allargata ( il reticolo etnico associativo ed i bisogni inespressi). Creazione di un Centro di documentazione, analisi ed elaborazione dati    del fenomeno immigrazione nella città di PalermoCreazione di un e-migrant network ( rete elettronica per migranti costituita dai soggetti Istituzionali e dal terzo settore operanti a favore dei migranti nella Provincia di Palermo). Creazione di un portale rivolto agli immigrati, disponibile on-line. Attività di supporto al Coordinamento Servizi Immigrati, Rifugiati e Rom del    Distretto socio-sanitario 42.
  • Sportello Polivalente – Informazione, consulenza, orientamento sul territorio rivolta ai migranti ed ai richiedenti asilo. Assistenza legale ai migranti ed ai richiedenti asilo. Promozione del lavoro di rete con le pubbliche amministrazioni, gli enti locali e le associazioni di volontariato presenti sul territorio. Promozione di momenti di formazione e sensibilizzazione per gli operatori del settore e la cittadinanza.
  • Laboratorio di Lingua Italiana – Lezioni di lingua italiana tenute da docenti specificamente formati nell’insegnamento dell’italiano come seconda lingua.
2004 – Centro Studi Speedy

Programma Stage per il Progetto “Costruiamo il Sociale a Palermo” (Convenzione del 11/06/2004). Realizzato per il Centro Studi Speedy di Palermo. Stage formativo per operatori del sociale. Ciclo di docenze sui seguenti temi:

  • La metodologia della progettazione;
  • Progettare nel sociale;
  • Tecniche e metodi della valutazione;
  • Workshops per la simulazione di progetti in gruppo.
2004 – Comune di Palermo

Settore Attività Sociali – progetto annuale “Formazione e Valutazione del Piano triennale Territoriale della città riservataria di Palermo ai sensi della legge 285/97” in co-progettazione con l’O.P.C.E.R. di Palermo (D. S. n. 295 del 11/12/2003). Finanziato dal Ministero del Welfare e promosso dal Comune di Palermo. Progettato in partenership con l’Opera Pia Cardinale Ernesto Ruffini (IPAB). Formazione rivolta a rappresentanti di Enti Pubblici e del Privato Sociale sulle seguenti tematiche:

  • Devianza minorile;
  • Progettazione sociale;
  • Sostegno alla genitorialità;
  • Analisi sinottica delle case famiglia.

Valutazione del piano territoriale e dei progetti nel settore infanzia e adolescenza, finalizzata all’individuazione di nuove strategie d’azione da implementare nel successivo periodo di programmazione.

2004 – Arché Soc.Coop a.r.l.

Progetto annuale “Indagine esplorativa sulle politiche sociali per gli immigrati nella Città di Palermo (incarico commissionato). Realizzata su incarico della Società Cooperativa Archè a.r.l. Indagine in profondità tra gli operatori delle agenzie di promozione sociale deputate a svolgere funzioni di integrazione nella città di Palermo, sugli atteggiamenti nei confronti degli immigrati e sulla cultura del servizio. Esplorazione in profondità degli atteggiamenti degli individui appartenenti alle comunità immigrate oggetto di studio per valutare i bisogni espressi e individuare i principali indicatori di percezione di efficacia dei servizi di cui essi beneficiano.

2004 – ISFOL–CURS

Scarl – progetto annuale Analisi dei profili professionali e dell’offerta formativa nel sociale e nella Regione Sicilia (D. Direttore Generale. Prot. n. 430 del 05/05/2004). Realizzata su incarico della CURS (Compagnia Universitari Ricerche Sociali) nell’ambito di un’indagine dell’ISFOL di Roma.